• testata1

  • testata2

  • testata3

  • testata4

  • Current

Lezioni prova 2018/19

riprese le attività
divisore

comunicato stampa novembre 2018

Fine delle trasmissioni, lettura interpretata per parlare e informare sull’HIV
divisore
coppa

Maggio, mese di premi

L’associazione culturale G.O.S.T. vince il "Franco Agostino Teatro Festival" di Crema

divisore

corso di teatro bilingue italiano/inglese

l’ associazione Culturale G.O.S.T. organizza un corso di teatro bilingue italiano/inglese per ragazzi.
divisore

collaborazione G.O.S.T./NONSOLODANZA

l’ Associazione Culturale G.O.S.T. e l’ Accademia di Arti Sceniche NONSOLODANZA annunciano un’importante collaborazione
divisore

collaborazione con la
scuola primaria Iqbal Masik

l’ Associazione Culturale G.O.S.T. annuncia un’importante collaborazione
divisore

Prosegue la rassegna teatrale VeniTE A TROvarci
8º edizione con il primo spettacoli dedicato ai ragazzi

Il 17 novembre in scena "L’isola del tesoro" di Luca Ciancia, liberamente tratto da "L’Isola del Tesoro" di R. L. Stevenson

Bollate, 5 novembre 2018 - la rassegna teatrale


titoloRassegna

giunge alla ottava edizione e come ogni anno è organizzata dall’Associazione Culturale G.O.S.T. in collaborazione con la parrocchia S. Martino di Bollate (MI), con la parrocchia S. Antonio di Padova di Cascina del Sole di Bollate (MI) e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Bollate - Assessorato alla Cultura



manifestoSplendorGenerico manifestoTesoroStampa Sabato 17 novembre 2018 alle ore 16:00 il sipario dell’Auditorium Don Bosco, in via C. Battisti 14 - Cascina del Sole, Bollate (MI) si alzerà per:

di Luca Ciancia, liberamente tratto da "L̻Isola del Tesoro" di R. L. Stevenson. Produzione Compagnia DITTA GIOCO FIABA.
un grande classico per i bambini dai 5 anni di età liberamente tratto dal libro di Stevenson. Uno spettacolo comico e avventuroso dove, tra colpi di scena e misteri da dipanare, attori e spettatori salperanno insieme per una fantastica "caccia al tesoro".

Il giovane Jim, protagonista dell’avventura, affronta con coraggio la sfida dei pirati Long John Silver e Cane Nero e, entrato in possesso della mappa del capitano Flint, si imbarca alla volta della misteriosa isola. Ma il suo viaggio non sarà così semplice... Sull’isola infatti Flint ha lasciato un altro pirata ormai folle a guardia del tesoro e poi trabocchetti, trappole, scheletri e false indicazioni capaci di sviare l’avventuriero più sicuro portandolo a fine certa. E poi la mappa è incompleta! Anche se Silver ha un pappagallo che pare sapere molte cose...

La compagnia Ditta Gioco Fiaba nasce a Milano nel 1993 dal lavoro di due giovanissimi illustratori per bambini: Luca Ciancia e Luna Pizzo.
L’attività è inizialmente concentrata sull’animazione teatrale, svolta principalmente nelle scuole e nelle biblioteche, in un periodo che permette alla compagnia di confrontarsi direttamente con i bambini al di fuori di qualsiasi schema o distanza imposta dal palco.
L’attività teatrale vera e propria comincerà nel 2000 quando, a Luca unico socio restante, si uniranno gli attori Emiliano Brioschi, Andrea Cereda e Massimiliano Zanellati.
Da allora la Ditta Gioco Fiaba ha fatto tesoro delle prime relazioni giocate con il mondo dell’infanzia per costruire una propria poetica teatrale che ha quali punti di forza:

  • l’azione intesa come la volonta di creare un teatro sempre movimentato, ritmato, avvincente che sappia raccontare e fare riflettere senza mai annoiare o rallentare
  • il linguaggio inteso come attenzione alle caratteristiche dei bambini quale necessaria traduzione di idee e storie in una "lingua" a loro chiara, una lingua fatta di fantasia energia e gioco
  • l’ironia sempre presente e spesso motore di quanto avviene in scena, per divertire i nostri piccoli spettatori ma anche gli adulti che parteciperanno, primi tra tutti noi stessi
  • la partecipazione giocata in forme diverse dall’interazione alla partecipazione emotiva è per noi strumento per superare la quarta parete e vedere le nostre storie mutate e "corrette" dalla creatività del pubblico
  • il racconto perchè in forme modi e stili diversi è comunque sempre centrale l’idea che il teatro possa raccontare qualcosa parlando al proprio pubblico per arricchirlo con una semplicità umana che ha la sua forza nell’attore.

Ditta Gioco Fiaba oggi ha in repertorio una decina di titoli e gestisce numerose rassegne teatrali tra Milano e provincia.
Continua però l’attenzione agli aspetti animativi e più pedagogici del proprio lavoro attraverso iniziative di notevole dimensione, grandi giochi come quelli realizzati per il Carnevale di Milano, collaborazioni con Istituti Scientifici per progetti di divulgazione e un particolarissimo progetto "piccolissimi" capace di rendere spettatori i bambini dai 18 ai 36 mesi.


Si possono acquistare i biglietti presso la Biblioteca di Bollate il martedì dalle 17.30 alle 19:00 oppure tramite il circuito vivaticket (commissione di servizio per vivaticket € 1.80 oltre il prezzo del biglietto). Per informazioni inviare una mail a info@teatrogost.it oppure chiamare il numero 339.11.33.944. vivaticket

per gli spettaccoli al CineTeatro Splendor

per gli spettaccoli all’Auditorium Don Bosco

Di seguito sono riportati i costi:
- settore unico € 10 (ridotto € 8)
- under 10 anni € 8 (ridotto € 6)

Spettacoli presso lo Splendor (escluso lo spettacolo Belvedere):

  • Settore A € 20 (ridotto € 16)
  • Settore B € 18 (ridotto € 15)
  • Settore C € 15
  • Under 18 € 12

Per lo spettacolo Belvedere:

  • Settore A € 25 (ridotto € 23)
  • Settore B € 23 (ridotto € 20)
  • Settore C € 20

Hanno diritto al biglietto ridotto i soci di G.O.S.T., U.I.L.T., CRAL Comune di Bollate, Accademia Vivaldi Istituto Musicale Città di Bollate, possessori di +Teca Card del CSBNO.

È possibile acquistare uno speciale abbonamento 3 spettacoli Don Bosco che permette di assistere a tutti e 3 gli spettacoli per ragazzi in cartellone (oltre a L’isola del tesoro, a febbraio 2019 La casa nel bosco e a marzo 2019 Simbad) a soli 20 euro.



A questo punto non ci resta che dirvi... VeniTE A TROvarci!

Lezioni prova per i corsi di teatro sia della sezione ragazzi che della sezione adulti. In attesa della replica al Piccolo Teatro di Milano

Bollate, 07 settembre 2018 - L’associazione Culturale G.O.S.T., riprende le proprie attività e anche questa stagione si prospetta da subito piena di iniziative nuove ed interessanti. Riprendono i nostri corsi di teatro, sia la sezione ragazzi che quella adulti. Ricordiamo che questa è la seconda parte dei corsi iniziati a gennaio 2018 e che si concluderanno a fine anno con uno spettacolo per ogni corso (ma di questo vi aggiorneremo più avanti nella stagione).

Come tutti gli anni prenderemo parte alla "Festa dello sport e delle associazioni" che si terrà domenica 16 settembre presso il parco Martin Luther King di Bollate (MI) con il nostro stand informativo per tutta la giornata. VeniTE A TROvarci così vi potremo fornire tutte le informazioni sulle nostre iniziative.
Per quanto riguarda i nostri corsi, ricordiamo, a chi fosse interessato ad iscriversi, che gli stessi inizieranno come di consueto a gennaio, ma già da subito conviene affrettarsi ad iscriversi perchè le classi sono a numero chiuso.
Anche quest’anno abbiamo deciso di attivare alcuni corsi propedeutici completamente gratuiti sia per ragazzi che per adulti che consentiranno ai potenziali nuovi allievi di capire se l’attività teatrale è di loro gradimento e nel contempo permetterà a noi e al corpo docenti di valutare l’inserimento dei nuovi iscritti nelle classi già in corso o se istituire classi completamente nuove. Quindi non solo una lezione prova, ma la possibilità da subito di provare a fare teatro in modo continuativo e completamente gratuito. Il corso propedeutico con cadenza quindicinale può essere seguito anche solo in parte e/o per il numero di lezioni ritenute opportune/necessarie.
I primi appuntamenti dei corsi propedeutici sono martedì 18 settembre 2018 alle ore 17.30 per i ragazzi e mercoledì 19 settembre 2018 alle ore 21.00 per gli adulti.

Quest’anno riproporremo anche il corso di dizione e lettura interpretata la cui presentazione avverrà sempre mercoledì 19 settembre 2018 alle ore 21.00.
Novità di quest’anno, per quanto riguarda la nostra scuola, è la proposta di un corso di scrittura. Presto daremo tutti i dettagli sulla proposta e sul docente, ma intanto invitiamo tutti gli appassionati di scrittura a mettersi in contatto con noi.

L’idea è quella di creare una sinergia tra i corsi di scrittura e di lettura in modo tale che il lavoro finale degli allievi del corso di scrittura, un breve testo inedito, venga fornito agli allievi del corso di lettura che lo utilizzeranno per lo spettacolo finale di lettura interpretata.
Daremo la possibilità, per chi lo volesse, di iscriversi ad entrambi i corsi in modo tale che l’allievo posso alla fine del percorso leggere il proprio testo inedito.

Le lezioni di tutti i corsi si svolgeranno presso l’Auditorium Don Bosco sito in via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (MI).
Per permetterci di organizzare al meglio il corso ed assicurarsi un posto, si prega gli interessati di inviare una email a corsi@teatrogost.it oppure chiamare il 333 7379870.

Siamo poi in trepidante attesa di replicare il nostro spettacolo Mosche bianche, per la regia di Marta Annoni, al Piccolo Teatro di Milano. Nel momento in cui scriviamo non ci è ancora stata comunicata la data.

Ricordiamo che questo spettacolo è nato come atto conclusivo dei corsi per ragazzi nel dicembre 2017. Lo spettacolo ha vinto l’importante concorso Franco Agostino Teatro Festival (prima a Novara, poi a Cremona), la cui vittoria ci porterà alla replica al Piccolo Teatro di Milano, uno dei più importanti teatri europei.

il nostro direttore artistico a Radio Lombardia











chiudi

L’associazione culturale G.O.S.T. vince il "Franco Agostino Teatro Festival" di Crema e conquista il Piccolo teatro di Milano

"Cache cache" e "Mosche bianche", produzioni G.O.S.T. per la regia di Marta Annoni, hanno partecipato al FATF di Crema e Mosche bianche si aggiudica la coppa Franco Agostino (dalla giuria esperti)
premiazione2018
Bollate, 24 maggio 2018 - Ieri 23 maggio 2018 la nostra associazione ha partecipato alla prima giornata del "Franco Agostino Teatro Festival" di Crema, rassegna-concorso rivolta a gruppi teatrali sorti in ambito scolastico ed extra scolastico per ragazzi della fascia d’età delle Scuole Secondarie di Primo grado (scuole medie) presentando due lavori:
Mosche bianche e Cache cache.
Nel bellissimo Teatro San Domenico di Crema, davanti ad un pubblico di oltre 500 persone formato da genitori, ragazzi, esperti del settore e tanti appassionati di teatro giovanile si sono esibiti otto gruppi teatrali provenienti da Bergamo, Monza, Cremona, Udine, Milano e Bollate.
La giuria degli esperti era formata da: Emanuela Groppelli (Comitato scientifico Fatf); Graziella Perego (AGITA - Genova); Franco Bonizzi (Comitato Soci Coop Crema); Letizia Guerini Rocco (Fondazione San Domenico); Ester Fuoco (Università di Genova).
La nostra associazione, con lo spettacolo Mosche bianche (già vincitore lo scorso mese del Premio Giuria Tecnica presso l’omonima selezione regionale di Novara), ha vinto a Crema la coppa Franco Agostino (dalla giuria esperti) aggiudicandosi quindi la possibilità di replicare lo spettacolo al Piccolo Teatro di Milano nel prossimo mese di settembre (data ancora da definire).

Ecco la motivazione della giuria esperti che ha portato a questo successo:

Originale e interessante testo che permette alle sei mosche bianche di muoversi con disinvoltura, buona capacità recitativa e uso dello spazio. Corrette, puntuali, motivate, le alunne delle scuole di inquadramento superiore esprimono con convinzione la loro voglia di vivere con libertà, di determinare chi essere e non in un mondo omologato e frustrante.

Sempre nell’ambito della rassegna concorso abbiamo presentato anche lo spettacolo Cache cache, vincitore il mese scorso del Premio Giuria dei Giovani presso l’omonima selezione regionale di Novara. Lo spettacolo è stato molto apprezzato, testimoniato anche dagli applausi a scena aperta che hanno accompagnato la replica.

Ecco la valutazione della giuria esperti per questo spettacolo:

Un esagitato ed aggressivo gruppo di ragazze lacere e sporche riempie lo spazio scenico con buon uso dello spazio e della voce. Nell’ipotetico mondo di sotto in cui vivono, dominano la paura e il terrore per la cosa, incubo personale di ciascuno. Ritmo, coordinazione, energia e costumi curati creano effetti coreografici ben giustificati e teatralmente efficaci.

Per festeggiare questo successo e in occasione della festa del patrono di Cascina del Sole, gli spettacoli saranno entrambi replicati domenica 10 giugno a partire dalle ore 18.00 presso ḻAuditorium Don Bosco, via C. Battisti 14 - Cascina del Sole di Bollate (MI). Ogni spettacolo ha la durata di mezz’ora circa.

Vogliamo nuovamente ringraziare Marta Annoni, docente e regista di entrambi gli spettacoli. Questo ओ un meritato riconoscimento per tutto il lavoro che quotidianamente svolge per conto della nostra associazione con i ragazzi. È bello sottolineare che Marta ha iniziato a fare teatro presso la nostra associazione con i nostri corsi. Si è poi perfezionata presso altre strutture e una volta avuta l’abilitazione ad insegnare è tornata presso di noi come docente. Siamo quindi doppiamente felici per questo bel risultato che porta in sè tutto il valore delle attività che l’associazione culturale GOST svolge quotidianamente.

Un ringraziamento anche a Luca Tagliabue e a Valeria Gioia, che ci hanno aiutato nell’allestimento degli spettacoli, e ai genitori dei ragazzi sempre presenti con il loro sostegno.

Di seguito trovate i link per vedere i video le premiazioni: La nostra associazione ha vinto i due premi più prestigiosi, aggiudicandosi quindi l’ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema che si terrà il prossimo 23 maggio.

Nella suggestiva cornice dello Spazio Creativo della Dimidimitri che ha registrato il tutto esaurito con un pubblico formato da genitori, ragazzi, giovani e tanti appassionati di teatro giovanile si sono esibiti quattro gruppi teatrali provenienti da Genova, Torino, Milano e Bollate.

Ecco il risultato e le motivazioni che hanno portato a questo successo:
Premio Giuria Tecnica (ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema il prossimo 23 maggio)
MOSCHE BIANCHE: Questa la motivazione della Giuria: "Sei mosche bianche che con forza, determinazione denunciano la loro preoccupazione per un futuro alienante e caratterizzato da un forte condizionamento esterno. Con disinvoltura, buon uso della voce e dello spazio scenico, la complicità del gruppo ha esaltato la rappresentazione giocata con gesti meccanici e movimenti ritmici efficaci."

Premio Giuria dei Giovani (ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema il prossimo 23 maggio)
CACHE CACHE: Questa la motivazione dei giovani: "In un ipotetico mondo post bellico che vive sottoterra e teme il "di sopra" un esuberante gruppo di ragazze scatenate mette in scena le paure del mondo giovanile. Ritmo, capacitàrecitativa ed energia si sprigionano in un crescendo di dinamismo ed aggressività verbale che coinvolgono anche il pubblico con un finale comunque di speranza."

Questo risultato va oltre le nostre aspettative. Eravamo coscienti che stavamo presentando due ottimi lavori, ma quando la fine della giornata ha decretato la vittoria per entrambi non ci volevamo credere.

Merito di questo successo è sicuramente delle ragazze, ma tutto questo si è potuto realizzare grazie alla solidità e alla serietà con cui la nostra associazione, ormai da anni, porta avanti il progetto di formazione teatrale attraverso i propri corsi e grazie al corpo docenti che insieme a noi lo realizza.

Un ringraziamento particolare a Marta Annoni, docente e regista di entrambi gli spettacoli. Questo è un meritato riconoscimento per tutto il lavoro che quotidianamente svolge per conto della nostra associazione con i ragazzi. È bello sottolineare che Marta ha iniziato a fare teatro presso la nostra associazione con i nostri corsi. Si è poi perfezionata presso altre strutture e una volta avuta l’abilitazione ad insegnare è tornata presso di noi come docente. Siamo quindi doppiamente felici per questo bel risultato.

chiudi

L’ Associazione Culturale G.O.S.T. e l’ Accademia di Arti Sceniche NONSOLODANZA annunciano un'importante collaborazione.
Dopo diversi anni di collaborazione e di amicizia che hanno portato alla nascita di diverse produzioni, tra cui ci piace ricordare Don Giovanni, Amor y Muerte, La morte e la fanciulla e Eva amore a prescindere, in cui il teatro e la danza avevano necessità l’ uno dell’ altra per far vivere in modo completo la messa in scena, ci siamo resi conto che dell’ esigenza formativa che unisca le due arti affinchè una completi l’ altra.
E’ per questo motivo che le due associazioni, per permettere a chi lo desidera di poter frequentare sia un corso presso G.O.S.T. che uno presso NONSOLODANZA, hanno deciso di applicare un’ importante agevolazione sui costi dei corsi.
Chi infatti risulterà già iscritto ad un corso di NONSOLODANZA potrà iscriversi ad un corso di G.O.S.T. con uno sconto del 50% e viceversa, ossia chi risulterà già iscritto ad un corso di G.O.S.T potrà iscriversi ad un corso di NONSOLODANZA con uno sconto del 50%.
Per poter usufruire dello sconto in una delle due associazioni sarà necessario presentare l’ attestato di frequenza al corso che già si frequenta. Questa è la prima delle nuove iniziative che abbiamo in cantiere e che speriamo di poter realizzare nei prossimi mesi.
Ricordiamo inoltre che nel 2016 alcune delle produzioni che vedono collaborare le nostre due associazioni saranno in replica in giro per il nord Italia. Potete trovare le date sul nostro sito internet.

chiudi

L’ associazione Culturale G.O.S.T. è lieta di annunciare la prima grande novità per questa stagione: l’ organizzazione di un corso di teatro bilingue italiano/inglese per ragazzi. Una proposta innovativa che amplia l’ offerta dei nostri corsi.
La struttura del corso seguirà quella che da anni caratterizzano i nostri abituali corsi. La partenza è prevista per Gennaio 2016 e durerà un intero anno. Nella prima parte dell’ anno verranno forniti tutti gli strumenti teatrali e linguistici che serviranno poi nella seconda parte del corso (dopo la pausa estiva) alla preparazione della messa in scena di uno spettacolo che vedrà la luce nel dicembre 2016.
I consueti e fondamentali obiettivi artistici e formativi si affiancano a quelli di favorire l’ integrazione tra bambini e ragazzi di nuove generazioni provenienti da paesi diversi, di completare e applicare lo studio dell’ inglese che si fa nelle scuole primarie e non per ultimo di insegnare ad apprezzare ed amare la "parola" inglese, i testi e gli autori più rappresentativi della lingua anglosassone nella poesia e nel teatro sia classici che contemporanei. Le iscrizioni sono già aperte e conviene affrettarsi perchè la classe sarà a numero chiuso.
Tutte le informazioni si possono trovare sul nostro sito www.teatrogost.it. Per chi volesse incontrarci ricordiamo che ci può venire a trovare presso l’ Auditorium Don Bosco sito in via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (MI), prendendo preventivamente accordi per telefono al 333 7379870 o via e-mail scrivendo a corsi@teatrogost.it.

chiudi

Fine delle trasmissioni: un’intensa lettura interpretata per parlare e informare sull’HIV

Paola Saccoman, autrice in collaborazione con Maria Silvia Caffari e Paolo Quarta del testo, darà vita a questa intensa lettura interpretata su un argomento di cui non si parla quasi più, il contagio da HIV


Bollate, 30 ottobre 2018 - Paola Saccoman, oltre ad essere un membro della nostra associazione culturale G.O.S.T. e a far parte della nostra compagnia teatrale, presta anche il suo servizio di volontariato in ANLAIDS, Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids..
Si è quindi fatta promotrice di questa importante iniziativa ovvero mettere il teatro al servizio della divulgazione e sensibilizzazione su una tematica di cui si parla sempre troppo poco, quella del contagio da HIV, a discapito della prevenzione, soprattutto tra i più giovani.

Martedì 13 novembre alle ore 21.00, per la rassegna "I martedì della biblioteca", presenteremo quindi la lettura interpretata


di Paola Saccoman, in collaborazione con Maria Silvia Caffari e Paolo Quarta.

Nella vita di chiunque può capitare che il punto di vista all’improvviso cambi, e trovandosi al di là di un confine scavalcato involontariamente, si debba vivere in un mondo che si credeva lontano, abitato da altre persone con un loro segreto che non osano confessare: un segreto di cui si fa fatica a pronunciare il nome, HIV. Alice si scopre sieropositiva, contagiata da chi le aveva promesso una vita di amore eterno. L’uomo amato l’ha tradita con una devastante menzogna, ha taciuto la verità sulla propria malattia. Sconvolti gli affetti, i rapporti con gli amici, il lavoro, Alice prova rabbia, paura, rancore, e protesta, ma mostra anche le sue fragilità, mentre cresce in lei la volontà di lottare. Il dialogo con sè stessa e con il suo compagno, non più in vita, si sciolgono in un abbraccio all’esistenza, da vivere con dignità. Alice vuol far sapere al mondo che si deve conoscere, per prevenire, ma anche, e soprattutto che oggi si può, grazie alle scoperte scientifiche, non più morire ma vivere pienamente il proprio diritto di amare e di essere amati.

Il monologo nasce in seguito all’attività dell’autrice come volontaria nell’associazione Anlaids - sezione Lombarda di Milano - che ha permesso di raccogliere testimonianze vere di persone, malate e non, che sono venute a contatto con il virus dell’Hiv.

Lo spettacolo "Fine delle trasmissioni", oltre che a un pubblico adulto, è rivolto anche e in particolare a un pubblico di giovani (luogo auspicabile, la scuola), con lo scopo di far conoscere la realtà di una trasmissione dell’Hiv, che può essere fermata se la si conosce, e di illustrare i progressi in campo medico-scientifico di questi anni. Il testo è stato supervisionato direttamente dal responsabile dell’Associazione Anlaids sezione Lombarda - Donatella Maineri che ha approvato il testo in tutti i suoi contenuti.


Al termine della lettura interverranno alcuni esponenti di ANLAIDS, che forniranno ai presenti tutte le ultime informazioni sull’argomento e risponderanno ad eventuali quesiti del pubblico.
Lo spettacolo ha debuttato a Milano (MI) il 9 giugno 2018 in occasione della manifestazione di Convivio - Mostra mercato benefica - organizzata da ANLAIDS, presso The MALL Milano.

chiudi

L’Associazione Culturale G.O.S.T. e la scuola primaria Iqbal Masik di Cassina Nuova di Bollate (MI) annunciano un’importante collaborazione.

La nostra associazione porterà infatti all’interno della scuola il teatro, convinti dell’importanza formativa di questa arte.

Le classi seconde della scuola affronteranno un percorso teatrale denominato "Il brutto anatroccolo" attraverso il quale si aiuterà il bambino a prendere consapevolezza delle proprie capacità creative ed espressive che partono dalla libera espressione di sè, inteso come sè corporeo, fisico in movimento, in relazione allo spazio e agli altri, nel rispetto della fisicità, della presenza degli altri e lo si abituerà all‷ascolto dell’altro e alla capacità di entrare in empatia.
Nello specifico, in un contesto ludico saranno proposti esercizi sulla percezione sensoriale, sull̻ascolto di sè e dell’altro, sulla costruzione di emozioni, sulla scomposizione del corpo, sull’uso della voce.
Momento privilegiato sarà l’improvvisazione teatrale che, attraverso il travestimento e l’immedesimazione in personaggi della fiaba del Brutto Anatroccolo permette al bambino di sperimentare le sue capacità immaginative e comunicative.

In una fase di brainstorming i bambini saranno sollecitati a riflettere sulle seguenti domande: cosa succede al brutto anatroccolo? Cosa vuol dire essere diversi? Ci capita di sentirci diversi? perchè il brutto anatroccolo è rifiutato da tutti? Quando ci capita di non sentirci all’altezza? Come ci sentiamo? Quando gli altri vogliono che io sia diverso? cosa cambia nella fiaba? Come viene salvato il brutto anatroccolo? quali cose ci differenziano l’uno dall’altro?

Il corso di teatro è iniziato il 26 ottobre 2016 e si concluderà il 19 dicembre 2016 con la messa in scena della fiaba.
La nostra docente Valeria Pini lavorerà in stretto contatto ed in sinergia con le insegnanti della scuola primaria.

Valeria Pini à diplomanda in Teatroterapia presso la scuola di formazione triennale Associazione Politeama. Ha studiato recitazione presso Centro TeatroMagaluna facendo un percorso di quattro anni dove approfondisce il metodo Stanislavskj (2007-2010). Ha seguito un workshop di contact improvisation diretto da Charlotte Zerbey. Ha frequentato la Summer School presso la Scuola di arte Drammatica Paolo Grassi di Tecniche vocali e canto Avanzato condotto da Eleonora Moro. Ha partecipato ad un laboratorio di clownerie condotto da Maurizio Accattato, fondatore di P.I.C. (ProntoIntervento Clown), al Laboratorio Forme Linguaggi intitolato "Shakespeare a pezzi", condotto da Omar Nejdari e Valeria Perdonò, presso il Teatro Verga di Milano. Ha seguito lo stage di promozione e organizzazione teatrale presso il Teatro della Cooperativa e il workshop di Euritmia Laboratorio di psicodramma basato sul testo "Donne che corrono coi lupi".

chiudi