• testata1

  • testata2

  • testata3

  • testata4

  • Current

Corsi 2018

Otto corsi di teatro, dai ragazzi agli adulti
divisore

comunicato stampa giugno 2018

repliche e percorsi scolastici che volgono al termine
divisore
coppa

Maggio, mese di premi

Festival di Novara: l’associazione culturale G.O.S.T. vince e accede al concorso nazionale

divisore

corso di teatro bilingue italiano/inglese

l’ associazione Culturale G.O.S.T. organizza un corso di teatro bilingue italiano/inglese per ragazzi.
divisore

collaborazione G.O.S.T./NONSOLODANZA

l’ Associazione Culturale G.O.S.T. e l’ Accademia di Arti Sceniche NONSOLODANZA annunciano un’importante collaborazione
divisore

collaborazione con la
scuola primaria Iqbal Masik

l’ Associazione Culturale G.O.S.T. annuncia un’importante collaborazione
divisore

L’associazione culturale G.O.S.T. vince il "Franco Agostino Teatro Festival" di Crema e
conquista il Piccolo teatro di Milano

"Cache cache" e "Mosche bianche", produzioni G.O.S.T. per la regia di Marta Annoni, hanno partecipato al FATF di Crema e Mosche bianche si aggiudica la coppa Franco Agostino (dalla giuria esperti)

Bollate, 24 maggio 2018 - Ieri 23 maggio 2018 la nostra associazione ha partecipato alla prima giornata del "Franco Agostino Teatro Festival" di Crema, rassegna-concorso rivolta a gruppi teatrali sorti in ambito scolastico ed extra scolastico per ragazzi della fascia d’età delle Scuole Secondarie di Primo grado (scuole medie) presentando due lavori:
Mosche bianche e Cache cache.


Nel bellissimo Teatro San Domenico di Crema, davanti ad un pubblico di oltre 500 persone formato da genitori, ragazzi, esperti del settore e tanti appassionati di teatro giovanile si sono esibiti otto gruppi teatrali provenienti da Bergamo, Monza, Cremona, Udine, Milano e Bollate.

La giuria degli esperti era formata da: Emanuela Groppelli (Comitato scientifico Fatf); Graziella Perego (AGITA - Genova); Franco Bonizzi (Comitato Soci Coop Crema); Letizia Guerini Rocco (Fondazione San Domenico); Ester Fuoco (Università di Genova).


premiazione2018 La nostra associazione, con lo spettacolo Mosche bianche (già vincitore lo scorso mese del Premio Giuria Tecnica presso l’omonima selezione regionale di Novara), ha vinto a Crema la coppa Franco Agostino (dalla giuria esperti) aggiudicandosi quindi la possibilità di replicare lo spettacolo al Piccolo Teatro di Milano nel prossimo mese di settembre (data ancora da definire).

Ecco la motivazione della giuria esperti che ha portato a questo successo:

Originale e interessante testo che permette alle sei mosche bianche di muoversi con disinvoltura, buona capacità recitativa e uso dello spazio. Corrette, puntuali, motivate, le alunne delle scuole di inquadramento superiore esprimono con convinzione la loro voglia di vivere con libertà, di determinare chi essere e non in un mondo omologato e frustrante.

Sempre nell’ambito della rassegna concorso abbiamo presentato anche lo spettacolo Cache cache, vincitore il mese scorso del Premio Giuria dei Giovani presso l’omonima selezione regionale di Novara. Lo spettacolo è stato molto apprezzato, testimoniato anche dagli applausi a scena aperta che hanno accompagnato la replica.

Ecco la valutazione della giuria esperti per questo spettacolo:

Un esagitato ed aggressivo gruppo di ragazze lacere e sporche riempie lo spazio scenico con buon uso dello spazio e della voce. Nell’ipotetico mondo di sotto in cui vivono, dominano la paura e il terrore per la cosa, incubo personale di ciascuno. Ritmo, coordinazione, energia e costumi curati creano effetti coreografici ben giustificati e teatralmente efficaci.

Per festeggiare questo successo e in occasione della festa del patrono di Cascina del Sole, gli spettacoli saranno entrambi replicati domenica 10 giugno a partire dalle ore 18.00 presso ḻAuditorium Don Bosco, via C. Battisti 14 - Cascina del Sole di Bollate (MI). Ogni spettacolo ha la durata di mezz’ora circa.

Vogliamo nuovamente ringraziare Marta Annoni, docente e regista di entrambi gli spettacoli. Questo ओ un meritato riconoscimento per tutto il lavoro che quotidianamente svolge per conto della nostra associazione con i ragazzi. È bello sottolineare che Marta ha iniziato a fare teatro presso la nostra associazione con i nostri corsi. Si è poi perfezionata presso altre strutture e una volta avuta l’abilitazione ad insegnare è tornata presso di noi come docente. Siamo quindi doppiamente felici per questo bel risultato che porta in sè tutto il valore delle attività che l’associazione culturale GOST svolge quotidianamente.

Un ringraziamento anche a Luca Tagliabue e a Valeria Gioia, che ci hanno aiutato nell’allestimento degli spettacoli, e ai genitori dei ragazzi sempre presenti con il loro sostegno.

Di seguito trovate i link per vedere i video le premiazioni:

Iniziano i corsi 2018 della scuola di teatro G.O.S.T.
A gennaio riapre la scuola di teatro G.O.S.T.. Otto corsi di teatro per tutte le fasce di età, dai ragazzi agli adulti


Bollate, 09 gennaio 2018 - Giovedì 11 Gennaio 2018 riapre la Scuola di teatro G.O.S.T. sia nella sua sezione ragazzi che nella sua sezione adulti con la partenza di diversi corsi per i quali sono disponibili ancora alcuni posti. Chi fosse interessato si affretti a contattarci inviando una mail a corsi@teatrogost.it o chiamando il 333.7379870

Riportiamo qui di seguito il calendario delle lezioni dei diversi corsi con indicata la data della prima lezione

OrarioCorsi2018Anteprima Ricordiamo che le lezioni si svolgono presso l’Auditorium Don Bosco, via C. Battisti 14 - Cascina del Sole, Bollate (MI)

L’associazione culturale G.O.S.T. è una delle poche associazione della zona che, grazie alla collaborazione con la Parrocchia S. Antonio di Padova che gestisce l’Auditorium Don Bosco, dà la possibilità agli allievi di calcare da subito le assi di un palcoscenico. Infatti la maggior parte delle lezioni e lo spettacolo di fine corso avvengono sul palco dell’auditorium.


I nostri corsi hanno durata di un anno, da gennaio a dicembre, con pausa in luglio e agosto e terminano sempre con l’allestimento di un vero e proprio spettacolo di fine anno a dicembre.

chiudi

Franco Agostino Teatro Festival di Novara: l’associazione culturale G.O.S.T. vince e accede al concorso nazionale

"Cache cache" e "Mosche bianche", produzioni G.O.S.T. per la regia di Marta Annoni si aggiudicano rispettivamente il Premio Giuria dei Giovani e il Premio Giuria Tecnica

FRANCOAGOSTINONOVARA-MoscheBianche FRANCOAGOSTINONOVARA-CacheCache
NovaraSettegiorni NovaraIlNotiziario

guarda i nostri video

CacheCache


Mosche bianche

La nostra associazione ha vinto i due premi più prestigiosi, aggiudicandosi quindi l’ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema che si terrà il prossimo 23 maggio.

Nella suggestiva cornice dello Spazio Creativo della Dimidimitri che ha registrato il tutto esaurito con un pubblico formato da genitori, ragazzi, giovani e tanti appassionati di teatro giovanile si sono esibiti quattro gruppi teatrali provenienti da Genova, Torino, Milano e Bollate.

Ecco il risultato e le motivazioni che hanno portato a questo successo:
Premio Giuria Tecnica (ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema il prossimo 23 maggio)
MOSCHE BIANCHE: Questa la motivazione della Giuria: "Sei mosche bianche che con forza, determinazione denunciano la loro preoccupazione per un futuro alienante e caratterizzato da un forte condizionamento esterno. Con disinvoltura, buon uso della voce e dello spazio scenico, la complicità del gruppo ha esaltato la rappresentazione giocata con gesti meccanici e movimenti ritmici efficaci."

Premio Giuria dei Giovani (ammissione diretta al Festival Nazionale di Crema il prossimo 23 maggio)
CACHE CACHE: Questa la motivazione dei giovani: "In un ipotetico mondo post bellico che vive sottoterra e teme il "di sopra" un esuberante gruppo di ragazze scatenate mette in scena le paure del mondo giovanile. Ritmo, capacitàrecitativa ed energia si sprigionano in un crescendo di dinamismo ed aggressività verbale che coinvolgono anche il pubblico con un finale comunque di speranza."

Questo risultato va oltre le nostre aspettative. Eravamo coscienti che stavamo presentando due ottimi lavori, ma quando la fine della giornata ha decretato la vittoria per entrambi non ci volevamo credere.

Merito di questo successo è sicuramente delle ragazze, ma tutto questo si è potuto realizzare grazie alla solidità e alla serietà con cui la nostra associazione, ormai da anni, porta avanti il progetto di formazione teatrale attraverso i propri corsi e grazie al corpo docenti che insieme a noi lo realizza.

Un ringraziamento particolare a Marta Annoni, docente e regista di entrambi gli spettacoli. Questo è un meritato riconoscimento per tutto il lavoro che quotidianamente svolge per conto della nostra associazione con i ragazzi. È bello sottolineare che Marta ha iniziato a fare teatro presso la nostra associazione con i nostri corsi. Si è poi perfezionata presso altre strutture e una volta avuta l’abilitazione ad insegnare è tornata presso di noi come docente. Siamo quindi doppiamente felici per questo bel risultato.

chiudi

L’ Associazione Culturale G.O.S.T. e l’ Accademia di Arti Sceniche NONSOLODANZA annunciano un'importante collaborazione.
Dopo diversi anni di collaborazione e di amicizia che hanno portato alla nascita di diverse produzioni, tra cui ci piace ricordare Don Giovanni, Amor y Muerte, La morte e la fanciulla e Eva amore a prescindere, in cui il teatro e la danza avevano necessità l’ uno dell’ altra per far vivere in modo completo la messa in scena, ci siamo resi conto che dell’ esigenza formativa che unisca le due arti affinchè una completi l’ altra.
E’ per questo motivo che le due associazioni, per permettere a chi lo desidera di poter frequentare sia un corso presso G.O.S.T. che uno presso NONSOLODANZA, hanno deciso di applicare un’ importante agevolazione sui costi dei corsi.
Chi infatti risulterà già iscritto ad un corso di NONSOLODANZA potrà iscriversi ad un corso di G.O.S.T. con uno sconto del 50% e viceversa, ossia chi risulterà già iscritto ad un corso di G.O.S.T potrà iscriversi ad un corso di NONSOLODANZA con uno sconto del 50%.
Per poter usufruire dello sconto in una delle due associazioni sarà necessario presentare l’ attestato di frequenza al corso che già si frequenta. Questa è la prima delle nuove iniziative che abbiamo in cantiere e che speriamo di poter realizzare nei prossimi mesi.
Ricordiamo inoltre che nel 2016 alcune delle produzioni che vedono collaborare le nostre due associazioni saranno in replica in giro per il nord Italia. Potete trovare le date sul nostro sito internet.

chiudi

L’ associazione Culturale G.O.S.T. è lieta di annunciare la prima grande novità per questa stagione: l’ organizzazione di un corso di teatro bilingue italiano/inglese per ragazzi. Una proposta innovativa che amplia l’ offerta dei nostri corsi.
La struttura del corso seguirà quella che da anni caratterizzano i nostri abituali corsi. La partenza è prevista per Gennaio 2016 e durerà un intero anno. Nella prima parte dell’ anno verranno forniti tutti gli strumenti teatrali e linguistici che serviranno poi nella seconda parte del corso (dopo la pausa estiva) alla preparazione della messa in scena di uno spettacolo che vedrà la luce nel dicembre 2016.
I consueti e fondamentali obiettivi artistici e formativi si affiancano a quelli di favorire l’ integrazione tra bambini e ragazzi di nuove generazioni provenienti da paesi diversi, di completare e applicare lo studio dell’ inglese che si fa nelle scuole primarie e non per ultimo di insegnare ad apprezzare ed amare la "parola" inglese, i testi e gli autori più rappresentativi della lingua anglosassone nella poesia e nel teatro sia classici che contemporanei. Le iscrizioni sono già aperte e conviene affrettarsi perchè la classe sarà a numero chiuso.
Tutte le informazioni si possono trovare sul nostro sito www.teatrogost.it. Per chi volesse incontrarci ricordiamo che ci può venire a trovare presso l’ Auditorium Don Bosco sito in via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (MI), prendendo preventivamente accordi per telefono al 333 7379870 o via e-mail scrivendo a corsi@teatrogost.it.

chiudi

Giugno 2018: Ancora repliche e percorsi scolastici che volgono al termine

Proseguono le repliche della nostra nuova produzione Follie parigine e terminano i percorsi scolastici della scuola primaria Iqbal Masih di Cassina Nuova di Bollate (MI) e della scuola dell’infanzia Andersen di Senago (MI)


Bollate, 27 aprile 2018 - Un calendario fitto di appuntamenti nel mese di Giugno per la nostra associazione, l’Associazione Culturale G.O.S.T..
Sono infatti previsti i seguenti eventi:

  • Giovedì 07 giugno a Bollate (MI): Iqbal Masih
  • Domenica 10 giugno a Bollate (MI): Mosche bianche e Cache cache
  • Mercoledì 13 giugno a Senago (MI): In viaggio con Ulisse
  • Sabato 16 giugno a Verona (VR): Follie parigine
  • Sabato 23 giugno a Milano (MI): Follie parigine

Qui di seguito i dettagli degli eventi. Giovedì 07 giugno 2018 si concluderà il percorso degli alunni di quinta elementare (tre classi di circa 20 alunni ciascuna) della scuola primaria Iqbal Masih di Cassina Nuova di Bollate (MI) con la messa in scena di
Iqbal Masih
che racconta la vita proprio del bambino che dà il nome alla scuola, seguendo il romanzo a lui dedicato scritto da Francesco D’Adamo. Regia di Chiara Di Marco.

Siamo negli anni ’ 90. Iqbal era un bambino pakistano costretto come tanti a lavorare in una fabbrica di tappeti per pagare un debito di famiglia. La condizione dei bambini lavoratori a quei tempi era molto dura, praticamente erano costretti in schiavitù e sfruttati. Iqbal riesce a fuggire dalla fabbrica e unendosi al fronte della liberazione comincia una battaglia per i diritti dell’infanzia, in particolar modo il diritto allo studio e ad avere un futuro. Le sue campagne hanno risonanza internazionale, grazie a lui si comincia a parlare in tutto il mondo della piaga dello sfruttamento minorile. Gli viene anche conferito un premio, ma all’età di soli 13 anni viene assassinato dalla mafia dei tappeti.

Con le classi abbiamo lavorato sui tre temi principali che la vita di Iqbal ci racconta: il concetto di libertà, di speranza e di futuro. All’interno dello spettacolo si inframezzeranno stralci di pensieri e poesie scritte dai bambini stessi.
Lo spettacolo andrà in scena giovedì 07 giugno 2018 alle ore 21.00 presso l’Auditorium Don Bosco, via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (MI).

Dopo aver partecipato il 19 aprile scorso a Novara e il 23 maggio scorso a Crema alla rassegna-concorso Franco Agostino Teatro Festival con due spettacoli, gli stessi saranno replicati a Cascina del Sole in occasione della festa del patrono S. Antonio di Padova. Ad andare in scena saranno Cache cache (vincitore a Novara del Premio Giuria dei Giovani) e Mosche bianche (vincitore a Novara del Premio Giuria Tecnica e a Crema della Coppa Franco Agostino della giuria esperti). Entrambi gli spettacoli sono diretti dalla nostra docente Marta Annoni, che insieme alle 11 ragazze del cast ha scritto il testo degli spettacoli. Sarà per noi un momento per festeggiare i premi vinti dalla nostra associazione con questi spettacoli in attesa che Mosche bianche sia poi replicato al Piccolo Teatro di Milano nel mese di settembre.

Cache cache: Prima dello scoppio della terza guerra mondiale, la terra era popolata da miliardi di esseri umani che vivevano sulla superficie. La guerra che venne combattuta rase al suolo tutto il mondo allora conosciuto e i pochi esseri umani rimasti vivi si rifugiarono sottoterra, organizzandosi in bande per sopravvivere, perchè il mondo di sopra si era popolato di giganti e mostruose creature nate dalle follie umane e dalle armi nucleari. A furia di avere paura di tutto e nascondersi, gli umani si sono rimpiccioliti e hanno mutato il loro nome in prendimprestito, perchè, appunto, prendono in prestito cose dal mondo di sopra. La loro esistenza dipende esclusivamente da quello che riescono a sgraffignolare, ed è minacciata dai mostri che abitano la superficie. In particolare, in questa zona, esiste da sempre "la cosa". Ogni giorno, quando cala il sole, i prendimprestito si rifugiano nella profondità della terra e nessuno osa mettere il naso fuori. Tutti si nascondono, perchè tutti hanno paura di lei. Nessuno l’ha mai vista, ma da generazioni gli abitanti di questi sotterranei vivono nel terrore. Al centro di questa favola distopica e grottesca si apre una riflessione molto forte e profondamente umana sul tema "Da cosa mi nascondo? Perchè mi nascondo?"

Mosche bianche: Siamo in una delle più prestigiose scuole di tutto il paese: la scuola di inquadramento superiore, la scuola che permette di accedere al mondo societario, al mondo vero. Si dice che sia una delle migliori in assoluto perchè dopo il diploma c’ è il 99,9% di possibilità di trovare un posto di lavoro, un marito, una casa con una staccionata bianca. Ma se essere inquadrati nel mondo societario volesse dire perdere l’identità, le emozioni, le differenze, la possibilità di scegliere il lavoro, il marito e la staccionata gialla, fuxia, verde o viola? E se un gruppo di ragazze volesse diventare grande senza che nessuno dica loro come crescere, prendendosi anche la libertà di non sapere cosa fare, di sbagliare e di non essere uguali a tutti gli altri? In un mondo di mosche nere, qui, viene raccontata la storia di sei mosche bianche che decidono di riappropriarsi del loro diritto di decidere chi essere.
Gli spettacoli replicheranno domenica 10 giugno 2018 a partire dalle ore 18:00 (ogni spettacolo dura mezz’ora circa) presso l’Auditorium Don Bosco, via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (MI).

Sarà poi la volta dello spettacolo di fine corso dei 40 bambini della scuola dell’infanzia H.C. Andersen di Senago (MI). I "Grandi" che il prossimo anno scolastico andranno alle elementari, salutano i compagni e le maestre che li hanno accompagnati per tre anni con
IN VIAGGIO CON ULISSE
tratto dall’Odissea di Omero. Testo, montaggio musicale e regia elaborati dalla nostra docente Valeria Pini. Le scenografie e i costumi sono stati realizzati dalle maestre.

L’idea nasce dalla volontà di raccontare i suoni del viaggio. Suoni di marinai, suoni di onde e di venti. A livello di rappresentazione si lavora su due piani di racconto. Il primo livello è la situazione all’interno della barca (la fatica, la ricerca della terra, l’invidia). Il secondo livello è il mare sul quale naviga la barca e il vento che la spinge. È un lavoro di gruppo, dove il movimento non è quasi mai individuale o singolo. Anche la voce segue la stessa direzione, di base evocativa, non solista, se non la voce narrante.

Lo spettacolo si terrà il 13 giugno 2018 alle ore 10.30 presso la palestra della scuola primaria G. Marconi, in via Padova, 27 a Senago (MI).

Il mese termina con le repliche dell’ultima produzione G.O.S.T.
FOLLIE PARIGINE
per la regia di Omar Mohamed.
Il marchesino Raimond, ignorando ogni richiamo del fido maggiordomo Alfons, ai cambiamenti sociali in atto, viene trascinato nei vortici della bella vita parigina dall’amico di bagordi Renè, e si ritrova così travolto dalla passione per il fascino dell’incantevole Lily. Ma presto stufo della mondanità, comincia a provare interesse verso la più tranquilla vita matrimoniale. Prontamente ne approfittano l’aspirante suocera Brigitte e sua figlia Clarett, che ha da poco abbandonato il tormentato Arnox, cugino dello stesso Raimond. Con la velocità, la leggerezza e la forte comicità del gioco teatrale, riuniti in uno bizzarro albergo per "divorziande", scopriranno tutti le rispettive segrete identità. Grazie alla complicità di una scaltra e esilarante locandiera riusciranno in fine a dipanare ogni intreccio.

Lo spettacolo sarà in scena sabato 16 giugno 2018 alle ore 16.00 e alle ore 21.00 presso il "Teatro Stimate", via Carlo Montanari 1, Verona (VR) e sabato 23 giugno 2018 alle ore 16.00 e alle ore 21.00 presso il "Teatro Pime", via Mose Bianchi 94, Milano (MI).

chiudi

L’Associazione Culturale G.O.S.T. e la scuola primaria Iqbal Masik di Cassina Nuova di Bollate (MI) annunciano un’importante collaborazione.

La nostra associazione porterà infatti all’interno della scuola il teatro, convinti dell’importanza formativa di questa arte.

Le classi seconde della scuola affronteranno un percorso teatrale denominato "Il brutto anatroccolo" attraverso il quale si aiuterà il bambino a prendere consapevolezza delle proprie capacità creative ed espressive che partono dalla libera espressione di sè, inteso come sè corporeo, fisico in movimento, in relazione allo spazio e agli altri, nel rispetto della fisicità, della presenza degli altri e lo si abituerà all‷ascolto dell’altro e alla capacità di entrare in empatia.
Nello specifico, in un contesto ludico saranno proposti esercizi sulla percezione sensoriale, sull̻ascolto di sè e dell’altro, sulla costruzione di emozioni, sulla scomposizione del corpo, sull’uso della voce.
Momento privilegiato sarà l’improvvisazione teatrale che, attraverso il travestimento e l’immedesimazione in personaggi della fiaba del Brutto Anatroccolo permette al bambino di sperimentare le sue capacità immaginative e comunicative.

In una fase di brainstorming i bambini saranno sollecitati a riflettere sulle seguenti domande: cosa succede al brutto anatroccolo? Cosa vuol dire essere diversi? Ci capita di sentirci diversi? perchè il brutto anatroccolo è rifiutato da tutti? Quando ci capita di non sentirci all’altezza? Come ci sentiamo? Quando gli altri vogliono che io sia diverso? cosa cambia nella fiaba? Come viene salvato il brutto anatroccolo? quali cose ci differenziano l’uno dall’altro?

Il corso di teatro è iniziato il 26 ottobre 2016 e si concluderà il 19 dicembre 2016 con la messa in scena della fiaba.
La nostra docente Valeria Pini lavorerà in stretto contatto ed in sinergia con le insegnanti della scuola primaria.

Valeria Pini à diplomanda in Teatroterapia presso la scuola di formazione triennale Associazione Politeama. Ha studiato recitazione presso Centro TeatroMagaluna facendo un percorso di quattro anni dove approfondisce il metodo Stanislavskj (2007-2010). Ha seguito un workshop di contact improvisation diretto da Charlotte Zerbey. Ha frequentato la Summer School presso la Scuola di arte Drammatica Paolo Grassi di Tecniche vocali e canto Avanzato condotto da Eleonora Moro. Ha partecipato ad un laboratorio di clownerie condotto da Maurizio Accattato, fondatore di P.I.C. (ProntoIntervento Clown), al Laboratorio Forme Linguaggi intitolato "Shakespeare a pezzi", condotto da Omar Nejdari e Valeria Perdonò, presso il Teatro Verga di Milano. Ha seguito lo stage di promozione e organizzazione teatrale presso il Teatro della Cooperativa e il workshop di Euritmia Laboratorio di psicodramma basato sul testo "Donne che corrono coi lupi".

chiudi