IN SCENA

freccia su
daCapo

... DA CAPO

Sabato 23 settembre 2017 ore 21:00
presso "Viva il Verde Giardini - Garden Center" Via Gavardina 48, Ingresso da Via Statale, 25081 Calcinate (Bs)

LocandinaNeutra

LEZIONE PROVA CORSO DI TEATRO RAGAZZI

Lunedì 25 settembre ore 17.30
presso presso "l’Auditorium Don Bosco" via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (Mi)

LocandinaNeutra

LEZIONE PROVA CORSO DI TEATRO ADULTI

Lunedì 25 settembre ore 21.00
presso presso "l’Auditorium Don Bosco" via C. Battisti 14, Cascina del Sole di Bollate (Mi)

LocandinaNeutra

STORIA DI UN BAMBINO NATO DA UNA ZUCCA

Sabato 30 settembre ore 16.30
presso la "Scuola materna Maria Immacolata" Via V. Donadeo 6 Bollate (Mi)
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

tributoTenco

LONTANO DAL TEMPO - OMAGGIO A TENCO

Sabato 7 ottobre 2017 ore 21:00
presso il "parco" Via E. Fermi, Bollate (Mi)
ingresso gratuito

carosello

SCENE DA UN CAROSELLO

Lunedì 9 ottobre 2017 ore 21
presso "Biblioteca di Bollate" - Palazzo Seccoborella, P.zza Gen. C.A. Dalla Chiesa 30, Bollate (MI)
ingresso libero

daCapo

Op. 27 AVERTI ADDOSSO

Sabato 14 ottobre 2017 ore 21:00
presso "Viva il Verde Giardini - Garden Center" Via Gavardina 48, Ingresso da Via Statale, 25081 Bedizzole (confine Ponte San Marco) (Bs)

lunaDiMiele

LA SECONDA LUNA DI MIELE

Sabato 21 ottobre 2017 ore 16:00 e ore 21:00
presso il "Teatro Crystal", via Galaverna 36 Collecchio (PR)

donneRinchiuse

DONNE RINCHIUSE
in un "sostantivo femminile"

Sabato 04 novembre 2017 ore 21:00
presso "Viva il Verde Giardini - Garden Center" Via Gavardina 48, Ingresso da Via Statale, 25081 Bedizzole (confine Ponte San Marco) (Bs)

demonioSuocera

UN DEMONIO DI SUOCERA

Sabato 11 novembre 2017 ore 16 e ore 21
presso il "Teatro Pime", Via Mosè Bianchi 94, Milano

simbad

SIMBAD IL MARINAIO

Sabato 05 maggio 2018 ore 16
presso il "Auditorium Toscanini", Cascina Commenda, Via Giorgio Amendola 3, Segrate MI


indietro

un demonio di suocera

demonioSuoceraLogo Enrico Duval esasperato dalla onnipresente suocera, la Sig.ra Bonivard, ex ballerina conosciuta ai tempi del Grand Thèâtre dallo zio Corbullon giunge a divorziare da Diana, mogliettina un po’ civetta e succube della madre. Due anni dopo, Enrico si risposa con Gabriella, figlia di Bourganeuf, un simpatico vedovo. Tutto va relativamente bene finchè, dopo un viaggio di cura, il suocero ritorna ringiovanito e ... risposato. Con chi? Ma con Diana naturalmente. E così il povero Enrico si ritrova in casa l'ex moglie, ma soprattutto, la vecchia Bonivard. Basterà il ritorno di Champeau, vecchio amico ed eterno innamorato di Diana, a liberare Enrico dall'ex suocera, non senza trarne vantaggio?

di Alexandre Bisson e Antony Mars
Regia di Omar Mohamed

Età: dai dieci anni
Durata: circa 2h15' - 2 atti e 1 quadro
Attori in scena: 8
Teatro di prosa

LA SECONDA LUNA DI MIELE

lunaDiMieleLogo

Elyot e Amanda a cinque anni dal loro divorzio si sono entrambi recentemente risposati con Sibilla e Vittorio. Durante le loro "nuove lune di miele" scoprono di aver, non solo casualmente prenotato lo stesso albergo, ma di alloggiare addirittura in camere adiacenti con il terrazzo in comune. L’amore risboccia e in un momento di follia scappano insieme abbandonando i nuovi rispettivi coniugi che non trovandoli più cominciano a cercarli dappertutto.
Dopo una serie di vicissitudini i quattro si ritrovano e nel cercare una soluzione alla situazione, ognuno cerca di trarre maggior vantaggio.


Regia di Omar Mohamed
Assistente alla regia Laura Carroccio


IL CAST:
Roberta Cavalleri
Paola Saccoman
Marco Ballerini
Adriano Martinez

... DA CAPO

daCapo

Tutt’ad un tratto, quando sembra che la vita sia quasi arrivata al capolinea, dopo tante delusioni causate da scelte sbagliate, forse troppo poco audaci, una coppia di coniugi decide di tornare indietro nel tempo e di ricominciare a vivere, ma ciascuno per conto proprio: sarà un reale viaggio a ritroso, o il frutto di una fantasia condivisa? In un turbinì o di gags ironiche e divertenti, distribuite come rewind delle scene della vita di coppia, i protagonisti presentano tre medesime situazioni, ma invertendosi vicendevolmente i ruoli, in modo da creare davanti agli occhi degli spettatori una vertigine ripetitiva, costruita da punti di vista diversi e intercambiabili, tanto da potersi replicare all’infinito. Un gioco di scambi di ruoli, allietato da momenti di ilarità, e sviluppato in contesti reali, quotidiani, ma con un retrogusto finemente paradossale. Il tutto, piacevolmente abbellito dalle eleganti note di una tromba assai nota, che conferisce ai vari momenti uno stile scanzonato e un po’retrò. Alla fine di questo labirinto concentrico, tutti si rendono conto che, nonostante ogni tentativo di fuga, non è possibile cambiare il corso degli eventi...forse.

di Laura Carroccio
Regia di Laura Carroccio
Età: dai dieci anni


simbad

simbad

Simbad eè una leggendaria favola di origine persiana che narra di un marinaio e delle sue fantastiche avventure durante i viaggi nell’Africa orientale e nell’Asia meridionale, durante le quali incontra luoghi magici, mostri e fenomeni soprannaturali. I racconti sono in parte basati sull’esperienza dei navigatori nell’Oceano Indiano, in parte sulla poesia antica (compresa l’Odissea di Omero), in parte sulle collezioni di mirabilia di origine indiana e persiana.

SCENE DA UN CAROSELLO

caroselloLogo

"Tutte le storie che ci raccontano quando siamo bambini hanno un carattere educativo, fiabesco e pubblicitario dei buoni sentimenti. Il sogno di ogni puerpera è che il proprio figlio viva in un mondo incantato la sua vita e che le uniche fantasie permesse possano essere legate a momenti segreti e deliziosi. Ma all’avvento dell’età adulta, presto si scopre l’altra realtà... quella taciuta, parte di una storia che alle volte non si vorrebbe proprio ascoltare e che si presenta più "reale" di quello che si pensi... Sei pronto ad ascoltare ciò che volevano nasconderti?"

ONDA D’ARTE

locandinaNeutraLogo

Anche quest’anno prenderemo parte alla "Settimana dello sport" intervenendo sabato 16 settembre alla manifestazione "Onda d’arte" organizzata da R.C.B.(Radio Città Bollate) davanti al comune di Bollate, presso il parco Martin Luther King di Bollate (MI) con il nostro stand informativo per tutta la giornata. VeniTE A TROvarci così vi potremo fornire tutte le informazioni sulle nostre iniziative.

STORIA DI UN BAMBINO NATO DA UNA ZUCCA

LocandinaNeutraLogo

In un paese grigio cenere, di nome Pietrabigia, un giorno la vita del buon Fraschetta si è riempita di colori, grazie all’arrivo inaspettato del misterioso Mago Pipetta. Da una delle piccole zucche coltivate dal povero protagonista, Pipetta dà vita ad un curioso marmocchietto, alto come uno un soldo di cacio e pieno di vitalità, che inizia fin da subito a combinarne di tutti i colori, facendo così disperare Fraschetta, e mettendosi spesso nei guai. Tra avventure e disavventure, incontri di compagni buoni e cattivi, Zuccolino alla fine metterà la testa a posto, e riuscirà a guadagnarsi la fiducia della Fata Smeralda, regina dei maghi e delle fatine; infatti per premiarlo, la Fata lo farà diventare alto come tutti i suoi amici. Se volete conoscere il piccoletto e la sua magica storia... vi aspettiamo numerosi... e mascherati!

OP.27 AVERTI ADDOSSO

op.27

"Averti addosso, si, come una camicia come un cappotto, come una tasca piena, come un bottone, come una foglia morta, come un rimpianto. Averti addosso, come le mie mani, come un colore, come la mia voce, la mia stanchezza, come una gioia nuova, come un regalo. Averti addosso, come la mia estate di S. Martino, come una ruga nuova, come un sorriso, come un indizio falso, come una colpa. Averti addosso, come un giorno di sole a metà di maggio che scalda la tua pelle e ti scioglie il cuore e che ti da la forza di ricominciare. Averti addosso, averti insieme, restare insieme, volerti bene". Storie di donne, di uomini, di relazioni, di abbracci perduti, di abbracci spezzati, di abbracci trovati. Storie vissute. Storie mancate. Storie rimpiante. Storie cercate.

di Omar Mohamed
regia di Omar Mohamed

FESTA DELLO SPORT E DELLE ASSOCIAZIONI

locandinaNeutraLogo

Anche quest’anno davanti al comune di Bollate e parteciperemo alla "Festa dello sport e delle associazioni" che si terrà domenica 17 settembre presso il parco Martin Luther King di Bollate (MI) con il nostro stand informativo per tutta la giornata. VeniTE A TROvarci così vi potremo fornire tutte le informazioni sulle nostre iniziative.

DONNE RINCHIUSE in un "sostantivo femminile"

emozionedellavoceLogo

"CIÒ CHE NON CAPISCO, È PERCHÈ TI SEI FATTA TRATTARE COSÌ... SENZA REAGIRE?".

Isolamento, manie di controllo, insulti, svalutazione, derisione, stalking, gelosia immotivata: questi sono solo alcuni esempi della violenza psicologica inflitta alle donne. Una violenza più "sfuggente" agli occhi della Società (rispetto quella fisica o sessuale), ma altrettanto distruttiva... altrettanto reato. Leggeremo di come questo "abuso" talvolta venga recepito - anche dalle stesse vittime - come una normalità, sino alla distruzione della mente e dell’anima di quelle donne... forse più sensibili o problematiche, che non si "riconoscono" più...

"Quando si scrive delle donne bisogna intingere la penna nell’arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali delle farfalle." [Denis Diderot]

"Dagli occhi delle donne derivo la mia dottrina: essi brillano ancora del vero fuoco di Prometeo, sono i libri, le arti, le accademie, che mostrano, contengono e nutrono il mondo." [William Shakespeare]

Grazie a questi grandi uomini, che permettono ancora di avere la speranza che questo "male", un giorno, possa finire.

Regia di Roberta Cavallari


LONTANO DAL TEMPO - OMAGGIO A TENCO

tributoTencoLogo

Un omaggio ad un grande artista che ci ha lasciato troppo presto. Rendiamo tributo a Luigi Tenco attraverso le sue canzoni che sanno ancora emozionare e le parole di chi lo ha conosciuto e di chi lo ha intervistato. Insieme ai suoi amici De Andrè, Paoli, Lauzi, Bindi è stato della Scuola Genovese uno dei più grandi rappresentanti e maestri indiscussi. Un cantautore raffinato, un poeta. Tenco è stato un grande autore, compositore , musicista. I suoi amici ricordano la facilità che aveva nell’imparare a suonare qualsiasi strumento, chitarra, clarinetto, pianoforte e sopratutto il sax da cui traeva note intrise di quella musica lontana, d’oltre oceano, quasi sconosciuta in Italia perchè proibita per tanto tempo, una musica che a Luigi piaceva molto... il Jazz.