IN SCENA

freccia su
locandinaNeutra

"L’EMOZIONE DELLE NOTE"

Martedì 31 marzo 2020 ore 21:00
presso la Biblioteca di Bollate - Palazzo Seccoborella, Piazza C. A. Dalla Chiesa 30, Bollate (MI)
Ingresso libero


indietro

"L’uguaglianza della diversità"

uguaglianzaLogo

Serata di letture interpretate a cura di Roberta Cavalleri. "Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L’altro è pensare che ogni cosa è un miracolo" (Albert Einstein).
È proprio in "questo modo" che vorremmo invitarvi ad ascoltare ciù che vogliamo raccontarvi... è proprio "così" che desidereremmo essere compresi dalle vostre emozioni... Perchè il destino di possedere un miracoloso "svantaggio" è uguale alla sorte di godere di una disastrosa "normalità".

"Fammi esistete"

fammiEsistereGenerico

Fammi Esistere è uno studio che prende ispirazione dall’opera di Luigi Pirandello "sei personaggi in cerca d’autore". Il testo di questo spettacolo nasce quasi interamente dai ragazzi che si sono ri-inventati la tragicommedia del celebre drammaturgo e scrittore italiano e l’hanno fatta loro. Una drammaturgia composta da scene nate dall’improvvisazione, stralci originali dell’opera di riferimento e dall’ideazione di un dramma contemporaneo.

Regia di Marta Annoni



Le stanze di una casa al femminile

stanzeFemminiliLogo

Cinque sorelle e una famiglia al femminile. Passioni, conflitti e amore. La storia che racconteremo narra il conflitto tra l’autorità e il desiderio di libertà delle giovani generazioni. Quella ribellione all’ipocrisia e alle false apparenze che molti di noi hanno conosciuto. La ricerca di libertà dal potere oppressivo. In sala proporremo una piecè basata sui sentimenti, vi mostreremo un dramma caldo e coinvolgente che metterà in gioco il giovane talento delle attrici. La scena sarà essenziale: pochi orpelli per dare spazio alla storia, alle attrici e al movimento scenico.

regia: Chiara Doniacovo



Ultranet

ultranetGenericoLogo

Ultranet è un’innovativa rete tecnologica, una piattaforma che racchiude in sè tutta la potenza comunicativa dei maggiori social network e delle grandy community contemporanee. "Entra in ultranet, unisciti a noi". Cosa succede alle persone quando si trovano ingabbiati in un’iperconnessione? Quali sono i pro e i contro di vivere costantemente connessi a tutto e a tutti. Ci siamo immaginati cosa sia Ultranet, ne abbiamo scritto le regole, il prezzo da pagare, i benefici e le schiavitù. In questo fututo nemmeno troppo lontano, noi persone che posto possiamo occupare? Come ci inseriamo nei pieni e nei vuoti di milioni e milioni di utenti?

Regia: Marta Annoni



"L’emozione delle note"

LocandinaNeutraLogo

Che cosa succede quando un gruppo di musicisti che hanno "fatto la storia", si ritrovano in un luogo speciale, a suonare composizioni paradisiache? Lo scopriremo ascoltando le "nuove" note che nascono dal loro cuore... perchì quando parlano le emozioni il pentagramma si colora di quelle sfumature che rendono indimenticabili il passato, il presente ed anche il... futuro!



"che banda bestiale"

bandaBestialeGenericoLogo

La compagnia teatrale Gost mette in scena un’avventura surreale e fantastica, che però pone attenzione e rilievo su valori reali: l’importanza del lavoro di squadra, la forza di non arrendersi di fronte alle difficoltà e la capacità di fare delle diversità un punto di forza. Protagonisti sono gli amici animali, che agiranno come esseri umani e ci mostreranno la loro voglia di rivalsa e la gioia del loro stare insieme con le tecniche della comicità clownesca; e poi c’ è la voce narrante di una risoluta nonnina, "direttrice" di questa strana banda, che indicherà a i tutti i bimbi presenti in sala, e alle loro famiglie, la strada verso il coraggio, l’altruismo e la fedeltà, oltre che il rispetto di tutti gli esseri viventi, indipendentemente dalla loro specie di appartenenza e dalla loro età, supportata da un aiutante "guru", dispettoso ma tanto simpatico. Tutto questo avverrà, attraverso il coinvolgimento esilarante e contagioso del sano divertimento.

Regia: Laura Carroccio



"il circo del re"

circoDelReLogo

Un castello fatiscente, una dinastia morente ed una storia grottesca e macabra. Un segreto svelato da creature malvage ad un re ormai decadente. Una vendetta raccontata con una farsa circense spaventosa. La morte come unica liberazione. Ed i protagonisti, senza speranza, vagano come animali sperduti ed ammaestrati alla ricerca della loro anima.

di Roberta Cavalleri
regia: Roberta Cavalleri. Assistente alla regia di Grazia Giancone



Fammi esistere

fammiEsistereLogo

Fammi Esistere è uno studio che prende ispirazione dall’opera di Luigi Pirandello "sei personaggi in cerca d’autore". Il testo di questo spettacolo nasce quasi interamente dai ragazzi che si sono ri-inventati la tragicommedia del celebre drammaturgo e scrittore italiano e l’hanno fatta loro. Una drammaturgia composta da scene nate dall’improvvisazione, stralci originali dell’opera di riferimento e dall’ideazione di un dramma contemporaneo.

Regia di Marta Annoni

"Frank & Stain"

frank&stainLogo

Si può far ridere più del capolavoro intramontabile che tutti ben ricordiamo. Questo è l’intento dello spettacolo. Sulle tracce della storia originale, secondo le regole della Commedia dell’Arte, i protagonisti si destreggeranno per il raggiungimento del proprio obiettivo. Il testo sarà lo spunto per creare situazioni esilaranti e gag spassosissime.



"Filastrocche della Nera Luce"

neraLuceLogo

"Filastrocche della Nera Luce" (cronache dalla Shoah) è un’opera di Giuseppe Manfridi che mette in campo, entrando in punta di piedi nella storia altrui, memorie sparse di quella che è stata la tragedia dell’olocausto. "Condividere un argomento che è talmente dentro il senso della Storia da essersi fatto ormai elemento imprescindibile della condizione umana, e determinante per intendere l’aggrovigliata mescolanza del bene col male di cui si sostanzia la nostra specie: la Shoah." (dalla nota introduttiva dell’autore).

La serata sarà presentata dall’editore del libro Giovanni Spedicati e il reading sarà messo in scena direttamente dall’autore Giuseppe Manfridi

"CECI N’EST PAS A NOIR (Noi siamo tutti un mistero)"

ceciLogo

La realtà è un sogno o è talmente carica di non - senso che è difficile comprendere chi abbiamo di fronte, quali segreti nasconde e che intenzioni abbia?
Sei individui ambigui e dall’aspetto illogico suonano alla pensione di Mollie e Giles. L’altezzosa signora Boyle, lo strampalato maggiore Metcalf, l’enigmatica signorina Casewel, lo psicopatico Chris, l’inaspettato Paravicini: sembrano tutti nascondere qualcosa e sembrano tutto essere legati da un passato misterioso. Ognuno si mostra per quello che non è.
Ma forse siamo noi con i nostri apparati riceventi e conoscitivi a sconvolgerne la logica. Forse la realtà si dispiega naturalmente, forse è solo la neve, o forse siamo noi a dipingere enigmi per capirne la vita.
Presto il quotidiano di Mollie e Giles urlerà e si dipingerà di rosso.

di Lara Panighetti e Katia Calati
regia: Lara Panighetti e Katia Calati

"Famm fatal"

fammfatalCebLogo2

La famm fatal! Quale aspirazione più alta potrebbe avere una mente illuminata e un palato esigente come quello del dottor Ballanzone? Un affamato Brighella è ai suoi servizi, nel tentativo di soddisfare tali desideri e bisogni. Ma quale donna reale e terrena può arrivare a soddisfare tale alta aspettativa? Solo colei che saprà cucinare i tortellini a regola d’arte! Potrà mai l’inglese Miss Elisabeth saper cucinare un piatto tipicamente italiano per conquistare Ballanzone? Forse si... se ben istruita e guidata dalla sua serva Colombina, alleata, e non solo, di Brighella...; Però qualcuno può rovinare i piani come il suo odiato marito Pantalone o ancora peggio una vecchia strega, capace di trasformarsi in giovane contendente amorosa. Ma niente paura, in fondo...un tortellino... è per sempre!

di Gianni Coluzzi
regia: Gianni Coluzzi e Giorgio Branca

"Che banda bestiale"

bandaBestialeLogo

La compagnia teatrale Gost mette in scena un’avventura surreale e fantastica, che però pone attenzione e rilievo su valori reali: l’importanza del lavoro di squadra, la forza di non arrendersi di fronte alle difficoltà e la capacità di fare delle diversità un punto di forza. Protagonisti sono gli amici animali, che agiranno come esseri umani e ci mostreranno la loro voglia di rivalsa e la gioia del loro stare insieme con le tecniche della comicità clownesca; e poi c’ è la voce narrante di una risoluta nonnina, "direttrice" di questa strana banda, che indicherà a i tutti i bimbi presenti in sala, e alle loro famiglie, la strada verso il coraggio, l’altruismo e la fedeltà, oltre che il rispetto di tutti gli esseri viventi, indipendentemente dalla loro specie di appartenenza e dalla loro età, supportata da un aiutante "guru", dispettoso ma tanto simpatico. Tutto questo avverrà, attraverso il coinvolgimento esilarante e contagioso del sano divertimento.

"Il Natale dei giocattoli"

nataleGiocattoliLogo

Il Natale si avvicina, tutti i bambini del paese, assieme ai loro genitori si mettono ad addobbare le case, preparare biscotti e scrivere bigliettini. Tutti tranne Aurora. Al papà di aurora il Natale non piace particolarmente e tutti gli anni pensa di risolvere la questione con un minuscolo alberello addobbato e regalando alla figlia il solito paio di calze rosse. Ma quest’anno qualcosa cambierà. Grazie all’incontro con il signor Pick, un vecchio giocattolo senza memoria ritrovato in cantina, la piccola Aurora viaggerà nel Paese Dei Giocattoli per ritrovare il passato del suo nuovo amico. Si imbatterà per caso, o forse no, anche nei ricordi del padre, riportando infine lo spirito del Natale, quello vero, nel cuore del papà.